Star Sixes – Londra 13-16 Luglio – Il Mondiale Delle Vecchie Glorie By Starcasino

12 giugno 2017 - Home, Sport
Star Sixes – Londra 13-16 Luglio – Il Mondiale Delle Vecchie Glorie By Starcasino

L’Italia di Del Piero tra le migliori squadre

Grintosa, cinica, spettacolare. Capitanata da una autentica leggenda vivente come Alessandro Del Piero, l’italia si è presentata a Star Sixes con un blocco di partenza composto da ben 4 campioni del mondo: oltre all’ex capitano della Juventus figuravano infatti in rosa Massimo Oddo, Marco Amelia e Simone Barone. Il resto del team? Leggende del calcio che hanno dato il meglio nella propria carriera in Italia e non solo: da Fabrizio Ravanelli a Marco Delvecchio, da Paolo Di Canio a Luciano Zauri, passando per Stefano Fiore e Angelo Di Livio. Un ottimo assortimento, quello della compagine azzurra sponsorizzata da StarCasinò!

Dopo un avvio stentato, con la sconfitta di misura nel match contro il Brasile di Rivaldo e Roberto Carlos, gli azzurri hanno steso Nigeria e Cina e si sono arresi solo di fronte alla Francia (anche questa volta perdendo di misura). Un mondiale giocato a testa alta!

Pirès e compagni, forti della vittoria sull’Italia, hanno vinto la prima edizione di Star Sixes. Ma come spesso hanno sottolineato i nostri inviati speciali a Londra, i ragazzi di Serie A Operazione Nostalgia, durante le loro cronache del mondiale realizzate in esclusiva per StarCasinò, gran parte del merito è da attribuire alle super parate del portiere Frey. Frey è una vecchia conoscenza del calcio italiano, proprio come Desailly e Djorkaeff, che hanno contribuito con le loro giocate a portare a casa il titolo.

Non poteva esserci momento migliore per annunciare il debutto della piattaforma StarCasino.Es; Il nuovo brand di gaming online è stato Official Sponsor sulle maglie della Spagna e la formazione iberica è stata la protagonista indiscussa di Star Sixes realizzando goleade su goleade. Puyol e compagni meritavano la finale, non raggiunta per un pelo e sono finiti comunque sul podio al terzo posto grazie (tra gli altri) al vincitore del Pichichi: il capocannoniere del torneo Salgado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *